Il latte preferito dalle mamme

Pillola anticoncezionale: le controindicazioni

28 Marzo 2016

  • Essere Donna

La pillola anticoncezionale è uno dei contraccettivi più efficaci ed ha molti altri effetti benefici per una donna, ma non sempre è possibile assumerla. Scopri di più sulla pillola anticoncezionale e su quali sono i fattori di rischio per cui è meglio non assumerla.

Tempo fa l’assunzione della pillola veniva interrotta sotto prescrizione del medico una volta raggiunti i 35 anni d’età. Al giorno d’oggi una donna sana e non fumatrice può continuare a prendere la pillola anche dopo i 35 anni. Se sei una fumatrice ed hai superato i 35 anni i medici sconsigliano l’uso della pillola anticoncezionale a causa del rischio di malattie cardiovascolari, per questo l’unico modo per continuare ad assumere la pillola in tutta sicurezza è smettere di fumare.

Quali sono i rischi della pillola anticoncezionale?

L’uso della pillola anticoncezionale è sconsigliato a tutte le donne che soffrono di problemi di salute come pressione alta, problemi vascolari seri, diabete, fumo, etc. Ma esistono delle eccezioni! Anche se il rischio di complicazioni serie dovute all’uso della pillola è minimo, un colloquio con il tuo medico è sempre il modo migliore per analizzare a fondo la tua situazione e individuare eventuali rischi.

La minipillola

pillola anticoncezionale controindicazioni

Fonte immagine: newsplex.com

Oltre alla più conosciuta pillola anticoncezionale combinata ne esiste un altro tipo che contiene solo progestinico. Questo farmaco è l’ideale per tutte quelle donne che non possono assumere la pillola combinata, come per esempio se soffrono di trombosi agli arti inferiori. Questa pillola essendo priva di estrogeno può essere prescritta anche alle donne che stanno allattando il loro bimbo.

Come si prende la minipillola?

La minipillola viene venduta in confezioni da 28. A differenza della pillola combinata tutte le 28 pillole in questo caso contengono l’ormone. Questo tipo di pillola va presa ogni giorno sempre alla stessa ora, per questo non è adatta a quelle donne che hanno difficoltà nel rispettare i tempi.

Come per la pillola combinata, per essere efficace oltre a dover essere assunta con precisione deve essere assimilata totalmente dall’organismo, per questo motivo se si soffre di vomito o dissenteria entro quattro ore dall’assunzione della pillola è necessario assumerne una seconda e optare per altri metodi contraccettivi.

Quali sono i benefici della minipillola?

Oltre alla sua alta efficacia contraccettiva la minipillola ha anche altri vantaggi per la salute della donna, tra i quali ciclo mestruale meno abbondante ed in alcuni casi si smette di avere spotting (perdite di sangue). Questo la rende molto indicata per le donne con flussi mestruali molto abbondanti o con dolori mestruali.

Quindi è senza rischi?

La minipillola offre meno fattori di rischio rispetto alla pillola combinata, ma non è indicata per quelle donne che soffrono di lupus, alcuni problemi epatici o al seno.

Molte donne hanno qualche timore verso la pillola anticoncezionale a causa delle tante voci che girano, in realtà questo farmaco se assunto nel modo corretto e sotto la supervisione del tuo medico non ha più controindicazioni o rischi di altri farmaci. Se hai dubbi o domande non esitare a chiedere al nostro esperto 😀

Photocredit: thedailybeast.com


COMMENTA L'ARTICOLO