Il latte preferito dalle mamme

Svezzamento: dai cibi liquidi a quelli solidi

10 Ottobre 2016

  • Il Mondo dei Bimbi

Lo svezzamento è un momento eccitante per ogni bimbo (e la disperazione di ogni mamma)! Nuovi sapori, nuove consistenze, tutte da esplorare e con cui giocare. Ecco come iniziare a svezzare il tuo bambino in modo semplice e (ce la possiamo fare) divertente.

Un’esplosione di sapori

La situazione è questa: hai bevuto latte caldo tutti i giorni della tua vita. Un giorno la mamma arriva sorridendo con un cucchiaio colorato e all’improvviso scopri che esiste il sapore della mela, della pera e della banana! Provare per la prima volta sapori, colori e consistenze totalmente nuove. I bimbi spesso sono sorpresi, entusiasti e a volte un po’ inorriditi. Tutto questo nello stesso momento: attenzione quindi alle reazioni. Sputi, vomito o mmm di bontà saranno il suo nuovo repertorio.

Le prime volte i bimbi più che mangiare, giocano con il cibo, lo sputano, rovesciano il cucchiaio e tu scopri che è più il cibo in terra o sul bimbo che quello mangiato. Non è un problema, siamo (solo) agli inizi: armati di pazienza e di buon umore e rendi lo svezzamento un’esperienza (per quanto possibile) positiva. Siamo con te!

Scegli il momento giusto

Il tuo bambino se assonnato avrà meno voglia di mangiare. Scegli un orario in cui è sveglio e pimpante e prenditi tutto il tempo che serve, non c’è bisogno di affrettarsi. Pazienza, mamma, pazienza!

Quali sono i primi cibi?

Potresti provare del riso per bambini con un po’ di latte, un frullato o una purea. Gli ingredienti migliori per una purea sono la frutta e le verdure come la zucca, la mela e la pera. Puoi anche dargli qualcosa di più solido ma dalla consistenza morbida, come per esempio dei pezzetti di banana. L’importante è che siano abbastanza grandi affinché il bimbo possa mangiarli senza la paura .

Quanto cibo agli inizi?

Bastano pochi cucchiaini agli inizi. Un po’ di cibo sulla punta di un cucchiaio o sulla punta del dito sono più che sufficienti. Attenzione alla temperatura: i bambini sono più sensibili di un adulto al calore!

Trasformalo in un gioco

Non preoccuparti del disordine. Lascia che il bimbo giochi e tocchi il cibo se vuole, probabilmente l’attrazione maggiore sarà il cucchiaio. Quando imbocchi il tuo piccolo apri la bocca più che puoi, il bimbo farà lo stesso e la pappa diventerà più facile. Se preferisce giocarci piuttosto che mangiarlo, non scoraggiarti e non forzarlo a pranzare. Puoi sempre riprovare domani: se l’inappetenza continua, però, chiedi consiglio al pediatra senza troppa ansia.

Conosci qualche altro trucco su come far mangiare i bimbi capricciosi? Continua a seguirci e lascia i tuoi commenti nel box qui sotto. Non dimenticarti di condividere l’articolo con altre mamme, potrebbe servire anche a loro!

Photocredits: Pixabay.com


COMMENTA L'ARTICOLO