Il latte preferito dalle mamme

Tornare in forma dopo il parto: esercizi per le gambe

7 Giugno 2017

  • Diventare Mamma

Avere gambe toniche è sicuramente il sogno di ogni donna, purtroppo però durante la gravidanza ritenzione idrica e qualche chilo in eccesso potrebbero aver determinato un rilassamento dei tessuti anche in questa zona del corpo. Che ne dici allora di fare qualche esercizio mirato per snellire e tonificare le gambe seguendo le indicazioni del programma Neolatte per tornare in forma dopo il parto? Ecco di seguito gli esercizi giusti da cui partire.

Esercizio 1: Squat

Esercizi Neolatte-17

Mettiti in piedi, con le gambe leggermente divaricate e le braccia stese in avanti per mantenere l’equilibrio. Da questa posizione, piegati verso il basso, flettendo le ginocchia proprio come se volessi sederti su una sedia o uno sgabello; quando le cosce saranno del tutto parallele al pavimento, cercando di non spostare in avanti il busto e mantenendo addome e glutei contratti, fermati qualche istante restando in posizione, dopodiché torna nella posa iniziale. Ripeti dalle 6 alle 12 volte.

Esercizio 2: Sumo squat

Esercizi Neolatte-18

Sempre dalla posizione eretta, divarica le gambe, mettendo punte dei piedi e ginocchia rivolte verso l’esterno. Con le braccia rivolte verso il basso, effettua dei piegamenti verso il basso, fino a che con cosce e glutei non avrai formato un angolo di circa 90° rispetto al resto della gamba. Mantieni la posizione per qualche secondo poi torna nella postura iniziale. Ricorda di mantenere sempre la schiena dritta e i glutei contratti. L’esercizio è da ripetere dalle 6 alle 12 volte. Per rendere più impegnativo sia questo che il precedente esercizio, puoi utilizzare dei manubri da 1 Kg o, in alternativa, una bottiglia d’acqua.

Esercizio 3: Squat su di una gamba sola

Esercizi Neolatte-19

In piedi, con una gamba sollevata in avanti e l’altra a terra, fletti leggermente la gamba abbassata, spingendo il fondoschiena verso il pavimento. Per mantenere più a lungo l’equilibrio, stendi in avanti le braccia e contrai bene addome e glutei. Una volta che avrai raggiunto la posizione più in basso possibile che riesci a mantenere, fermati per qualche istante e torna nella posa iniziale. Ripeti anche in questo caso dalle 6 alle 12 volte, poi esegui con l’altra gamba.

Esercizio 4: Affondi frontali

Esercizi Neolatte-20

Assumi una posizione eretta con le gambe unite e le mani appoggiate sui fianchi; fai un passo in avanti piegando il ginocchio della gamba anteriore fino a formare un angolo di 90 gradi col polpaccio. Se l’esercizio è eseguito correttamente, il tuo busto dovrà rimanere eretto e il ginocchio non dovrà essere più avanti della punta del piede. Attenzione anche a non poggiare a terra il ginocchio della gamba posteriore. Rimani in posizione per qualche istante, poi torna nella posa iniziale; ripeti dalle 6 alle 12 volte per ogni gamba.

Esercizio 5: Affondi laterali

Esercizi Neolatte-21

Partendo sempre dalla posizione eretta con gambe unite e mani sui fianchi, spingi una gamba su un lato esterno, flettendo il ginocchio e poggiando il piede con tutta la pianta a terra; nel fare questo, l’altra gamba rimarrà tesa, con la pianta del piede leggermente alzata e solo la punta a terra. Facendo forza sulla gamba tesa, torna dopo qualche istante nella posizione di partenza, mantenendo la schiena dritta ed evitando di flettere in avanti il busto. Ripeti dalle 6 alle 12 volte per gamba.

Come vedi si tratta di esercizi molto semplici che puoi fare anche a casa, oppure in uno spazio aperto approfittando della bella stagione. Dato che per eseguirli in modo corretto dovrai contrarre addome e glutei, a trarne vantaggio non saranno solo le gambe ma anche pancia e soprattutto il tuo fondoschiena!


COMMENTA L'ARTICOLO